Il grande successo della Due Giorni in Rosa di Racconigi

Nell’ultimo weekend a Racconigi si è corsa la Due Giorni in Rosa organizzata dal Racconigi Cycling Team. È stato per il quinto anno consecutivo un grande successo, sia dal punto di vista organizzativo che da quello della partecipazione, per la qualità e la quantità delle atlete. Il Racconigi Cycling Team è riuscito a trasformare per due giorni la propria città nella capitale del ciclismo femminile italiano, portando in zona duecento atlete provenienti da tutta Italia con le loro famiglie. L’evento ha avuto una risonanza rilevante, lo si capisce guardando i dati relativi ai video BICITV delle gare su strada della domenica: in totale i tre video sono stati visti circa sei mila volte tra le piattaforme Facebook e YouTube del network. I post della pagina Facebook del Racconigi – fonte ufficiale delle informazioni sull’evento – hanno visto invece la propria reach crescere a un totale di 2500 persone durante la Due Giorni.

Sabato 14 settembre è stato il giorno della cronometro individuale per Adele che serviva per assegnare le prime maglie di leader della classifica generale: la maglia amaranto di Agenzia Grande Cuneo per la miglior esordiente, la maglia gialla di Ar3 per la miglior allieva e la maglia verde di Cassa di Risparmio di Fossano per la migliore juniores. La cronometro era anche un modo per inaugurare la nuova bretella ovest di Racconigi, fortemente voluta dalla cittadinanza racconigese. A fare gli onori di casa, nella giornata di apertura della Due Giorni, c’era Valerio Oderda, sindaco di Racconigi. Insieme a lui, sul palco delle premiazioni è salita anche Rossana Carrera, figlia del presidente del Racconigi Mino e mamma della piccola Adele a cui era intitolata la cronometro e che una brutta malattia si è portata via troppo presto. Al termine della prima giornata le vincitrici della crono sono state Valentina Zanzi tra le Esordienti, Francesca Barale – che ha corso con il body tricolore di campionessa italiana – tra le Allieve e Cristina Tonetti tra le Juniores. 

Beatrice Bertolini in maglia amaranto di Agenzia Grande Cuneo

Domenica 15 settembre è stata invece la giornata dedicata alle gare su strada per decidere le vincitrici della classifica generale della Due Giorni in Rosa di tutte le categorie. In programma al mattino c’erano il settimo Trofeo El Paso per Esordienti e il sesto Trofeo Annibale Viterie per Allieve. L’evento conclusivo della Due Giorni è stato il Trofeo Inalpiper donne Juniores che quest’anno è arrivato alla sesta edizione. Tutte e tre le gare partivano e arrivavano ai piedi del castello di Racconigi, come accade ogni anno. Per il 2019 però è stato rivisto il circuito: lo staff del Racconigi Cycling Teamguidato dal team manager Claudio Vassallo ha deciso di introdurre un tratto di strada stretta e tortuosa per cercare di movimentare la corsa. 

Si è rivelata una scelta azzeccata perché ne sono uscite tre corse entusiasmanti e imprevedibili. Tra le Esordienti – nel Trofeo El Paso – ci sono stati tantissimi attacchi prima che il gruppo riprendesse tutte le fuggitive per arrivare in volata. Tra le Allieve, impegnate nel Trofeo Annibale Viterie, dopo una prima parte abbastanza monotona, la gara è esplosa con l’attacco di quattro atlete che alla fine sono arrivate a giocarsi la vittoria con uno sprint ristretto. La gara che ha riservato più emozioni è stata il Trofeo Inalpi per Juniores. A metà gara sembrava scontato che la vincitrice sarebbe stata una delle dieci fuggitive che avevano più di due minuti sul gruppo. Poi la sorpresa: il gruppo ha iniziato una lunga rimonta che si è conclusa ad appena 500 metri dall’arrivo. Alla fine Beatrice Bertolini ha vinto il Trofeo El PasoSilvia Bortolotti il Trofeo Annibale Viterie ed Elisabetta Zanotto il Trofeo Inalpi

Lara Crestanello in maglia verde della Cassa di Risparmio di Fossano

Al termine della giornata, sul palco del Palabiscotto di Racconigi sono  state premiate le prime dieci classificate di ciascuna gara prima di assegnare la maglia amaranto di Agenzia Grande Cuneo alla miglior esordiente, la maglia gialla di Ar3 alla miglior allieva e la maglia verde di Cassa di Risparmio di Fossano alla miglior Juniores. Con le gare su strada sono state riscritte anche le classifiche della Due Giorni di tutte le categorie. L’esordiente Beatrice Bertolini si è aggiudicata la maglia amaranto di Agenzia Grande Cuneo, l’allieva Silvia Bortolotti ha vinto la maglia gialla di Ar3 e alla juniores Lara Crestanello è andata la maglia verde di Cassa di Risparmio di Fossano.

Silvia Bortolotti in maglia gialla di Ar3

A premiarle sul podio c’erano il Consigliere regionale Paolo Bongioanni, il Senatore Mino Taricco, il Senatore Marco Perosino insieme al Sindaco Valerio Oderda, i signori Paschetta, Soldano e Drago titolari della ditta El Paso e Domenico Annibale consigliere comunale e titolare dell’omonimo gruppo. Per concludere al meglio la Due Giorni, domenica sera, sempre sul palco del Palabiscotto di Racconigi è stata organizzata una festa in onore di Matilde Vitillo che quest’anno è stata protagonista di una stagione straordinaria. Ha vinto due maglia di campionessa europea su pista nell’inseguimento a squadre e nella corsa a punti e il Campionato del mondo nell’inseguimento a squadre regalando la prima maglia iridata della sua storia al Racconigi Cycling Team. Vitillo è stata intervistata da Simona Solavaggione. Per i presenti è stata l’occasione di conoscere un’atleta cresciuta nel Racconigi e che grazie al duro lavoro suo e dello staff della squadra è arrivata ai vertici del ciclismo mondiale. Sul palco è salito anche il team manager Claudio Vassallo – accompagnato dal Presidente Mino Carrera – per raccontare dal suo punto di vista l’esperienza di crescita di una propria atleta e finendo per commuoversi alla proiezione del video con i momenti più belli della stagione di Matilde Vitillo. Alla serata oltre al Sindaco Valerio Oderda e alla Presidente di Racconigi Eventi Irene Fissore che hanno omaggiato l’atleta, ha partecipato l’onorevole Monica Ciaburro.