Un mondiale sfortunato

Venerdì 26 settembre Matilde Vitillo del Racconigi Cycling Team ha partecipato al suo secondo Campionato del Mondo su strada dopo quello del 2018 a Innsbruck quando era Juniores primo anno. Quest’anno si correva in Yorkshire, in Gran Bretagna e come a ogni edizione c’erano molte aspettative sulla Nazionale italiana. Insieme a Vitillo, in maglia azzurra c’erano Camilla Alessio, Sofia Collinelli ed Alessia Patuelli. Per loro c’erano da fare 86 chilometri nella campagna inglese.

Dopo una trentina di chilometri Matilde Vitillo è rimasta coinvolta in una delle numerosissime cadute di gruppo che hanno caratterizzato la gara. Per fortuna non si è fatta nulla perché è finita sull’erba. Ma da quel momento la sua gara è stata compromessa. Ha perso tempo per recuperare la sua bici tra quelle delle altre e risalirci. Si è lanciata all’inseguimento ed è riuscita a tornare in gruppo. A quel punto però aveva speso molte energie preziose e la forza nelle gambe ha iniziato a diminuire. 

Non solo Vitillo è stata sfortunata, ma anche Alessia Patuelli, che per le caratteristiche del percorso aveva la possibilità di ottenere un risultato importante. A volata lanciata, quando il gruppo aveva ormai raggiunto le due attaccanti, è finita a terra mettendo fine a tutte le speranze di una medaglia mondiale. Alla fine ha vinto la statunitense Megan Jastrab sulla belga Julie de Wilde e l’olandese Nieke Nooijen. 

Dopo la gara Matilde Vitillo ha detto: “Mi spiace sia andata a finire così, speravo di fare qualcosa in più. Sono comunque contenta di aver potuto partecipare. È sempre un onore correre con la maglia azzurra”. Matilde Vitillo e il Racconigi Cycling Team torneranno in gara domenica 29 settembre a Santo Stefano Magra in provincia di La Spezia. In programma c’è il Trofeo Leclerc per donne Open.